mercoledì 12 settembre 2012

Cineforum Blowup stagione 2012/2013


MACERIE PRIME  società, culture, opportunità ai tempi della crisi
Giovedì 20 settembre, Palazzo Kursaal di Grottammare

ore 21 Apertura stagione sociale. Tesseramento 
ore 21.30  2012 – Odissea nella crisi
Incontro con GIULIETTO CHIESA
(giornalista, saggista, politico, attivista per i diritti umani,
Presidente e fondatore del Laboratorio Politico/Culturale ALTERNATIVA)
  




Giovedì 27 settembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15

La crisi di Coline Serreau (Francia/Italia 1992, col, 95’)
+ brindisi con bollicine locali e vini di Libera Terra “Centopassi”
Domenica 30 settembre, Palazzo Kursaal, 21.15
REPLAY performance video-teatrale a cura di 7-8 chili
A seguire conversazione con i performers di 7-8 chili
Giovedì 4 ottobre, Palazzo Kursaal, ore 21.15
La vita in crisi
Incontro con Moreno Montanari (consulente filosofico, saggista, docente di storia e filosofia, dottore di ricerca in dialettica e mondo umano, analista biografico a orientamento filosofico)
Giovedì  11 ottobre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Carnage di Roman Polanski (Francia/Germania/Polonia/Spagna 2011, col, 79’) introdotto e commentato da Moreno Montanari
Giovedì 18 ottobre, Palazzo Kursaal, ore 21.15
Gli equivoci del nichilismo
Incontro con Moreno Montanari (consulente filosofico, saggista, docente di storia e filosofia, dottore di ricerca in dialettica e mondo umano, analista biografico a orientamento filosofico) con brevi sequenze da The Big Kahuna  di John Swanbeck e The Acid House di  Paul McGuigan
Giovedì 25 ottobre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
1962-2012 El ángel exterminador compie 50 anni, ma non li dimostra, e ispira Il Dio della Carneficina di Yasmina Reza e Carnage di Roman Polanski
L’angelo sterminatore di Luis Bunuel (Messico 1962, b/n, 89’) + video-approfondimento delle scene a cura di Fernaldo Di Giammatteo
Sabato 3 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
(-) Senza indugio, Saturno... [Criticità dell'artista nella Storia dell'Arte]
Incontro con Luca Parmegiani (docente di storia dell’arte, saggista)
Giovedì 1 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Post Mortem di Pablo Larrain (Cile 2010, col, 94’) introdotto e commentato da Tommaso La Selva
Giovedì 8 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Qui finisce l’Italia di Gilles Coton (Belgio 2010, col, 84’), film-documentario tratto dal viaggio di Pier Paolo Pasolini in Millecento del 1959, da Ventimiglia a Trieste e dal libro fotografico “Pasolini. La lunga strada di sabbia” di Philippe Seclier (Milano, Contrasto Editore, 2005)


**********************************************************
Sabato 10 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
LetteraDURA: scritture/letture ai tempi della crisi!
"racconti e riflessioni a più voci"  a cura di Filippo Massacci (Leggere 54 )
 *  Rinviato a data da destinarsi ******************************


Giovedì 15 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
... infine Giove (+) [Ritorni consueti della creatività]
Incontro con Luca Parmegiani (docente di storia dell’arte, saggista)
Giovedì 22 novembre, Palazzo Kursaal, ore 21.15
Mondo dentro di Sergio Vallorani (Italia 2010, col, 47’) docufiction realizzata presso la Casa Circondariale di Marino del Tronto di Ascoli Piceno, dove Blow Up opera dalla primavera del 2008 grazie alla collaborazione con Cooperativa Sociale KOINEMA + sequenze da Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani e Tutta colpa di Giuda di Davide Ferrario + intervento a cura di Carla Capriotti e Mara Esposto di RADIO INCREDIBILE
Interverranno la direttrice del carcere dott.ssa Lucia Di Feliciantonio, Teresa Valiani (direttore responsabile di Io e Caino), Polizia Penitenziaria.
Sabato 24 novembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
L’uomo che piantava gli alberi di Frèdéric Back (Canada 1988, col, 30’) tratto dall’omonimo libro di Jean Giono, premio Oscar quale Miglior film corto d’animazione nel 1988 + proiezione dei contenuti speciali con un esperto di ecologia e scienze naturali che spiega le basi scientifiche del racconto (12’ ca) + Terra Madre di Ermanno Olmi (Italia 2009, doc, col 78’) ispirato ai convegni e al movimento realizzati dal creatore di Slow Food Carlo Petrini.
Giovedì 29 novembre, Palazzo Kursaal, ore 21.15
L’ECOLOGIA PROFONDA. Lineamenti per una nuova visione del mondo
Incontro con Guido Dalla Casa (ingegnere Elettrotecnico, ex dirigente ENEL, saggista,  docente presso la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini, corso di Ecologia Interculturale) autore di vari libri, tra cui “L’ECOLOGIA PROFONDA. Lineamenti per una nuova visione del mondo” (Mimesis edizioni, Eterotopie, Milano – Udine 2011).
Introduce Mario Carini di "Luoghi Comuni" (Movimento piceno di democrazia dal basso)
Giovedì 6 dicembre, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Happiness di Todd Solondz (USA 1998, col, 140’) introdotto e commentato da Franco Lolli
Giovedì 13 dicembre, Palazzo Kursaal, ore 21.15
L'epoca dell'inconshow. La società borderline
Incontro con Franco Lolli (psicanalista di Associazione Lacaniana Italiana di Psicanalisi, direttore dell’Istituto abilitato alla formazione degli psicoterapeuti di Grottammare, direttore scientifico Centro Studi e Ricerca sull’Insufficienza Mentale, supervisore clinico presso enti pubblici e privati, saggista)
Giovedì 20 dicembre, Dep Art (Piazzale Stazione), ore 17 e ore 21.15
in collaborazione con i C.A.G. di Grottammare
Proiezione del video Ora o mai più (41’) frutto dell’omonimo laboratorio video-teatrale di IDEAZIONE TAM TAM GIOVANI dell’1 e 2 giugno 2012 curato al Dep Art dall’Associazione Culturale Blow Up, Fernando Micucci e Edoardo Ripani
+ alle 21.15, spettacolo (Des) Esistenza  a cura di Fernando Micucci ed Edoardo Ripani, liberamente ispirato a Il soccombente di Thomas Bernhard. La seduzione del genio e l'impossibilità di esserlo. Questa la condanna del protagonista, virtuoso del piano e talento "normale" che schiacciato dalla personalità del suo collega-amico, preferirà il rifugio, l'esilio autodistruttivo, la "non esistenza" di fronte all'uomo che si fa strumento  per inseguire i tasti del destino.  
Giovedì 10 gennaio, Dep Art (Piazzale Stazione), ore 21.15
IDENTITA’
Performance video-teatrale a cura di Fernando Micucci ed Edoardo Ripani
Quante personalità abbiamo? Qual è la vera e quella presunta? Chi siamo per noi e per gli altri? Un labirinto inestricabile di domande, un abisso di identità vere o presunte tali, cui lo svelamento scenico tenterà di dare vane risposte
+ PERSONA mostra fotografica di Daniele Cinciripini
+ brindisi con bollicine locali e vini di Libera Terra “Centopassi”
Sabato 12 gennaio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Prima puntata. “Introduzione al cinema di genere e Commedia”
a cura di Fabrizio Leone
Giovedì 17 gennaio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Omaggio a Giuseppe Bertolulcci passando per Pasolini e Gadda
Proiezione dello spettacolo teatrale Na specie de cadavere lunghissimo di Giuseppe Bertolucci con Fabrizio Gifuni, (70’), da Pier Paolo Pasolini e Giorgio Somalvico + frammenti da L’ingegner Gadda va alla guerra o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro
Sabato 19 gennaio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Seconda puntata.  “La Fantascienza e il Fantasy” a cura di Sergio Vallorani
Giovedì 24 gennaio, Palazzo Kursaal, ore 21.15
CAMMINARE DOMANDANDO
Presentazione del libro La bisaccia del giornalista – L’informazione necessaria per il XXI secolo di Fausto Pellegrini (vice caporedattore Rai News 24) a colloquio con Tommaso La Selva.
Al libro è stato assegnato il prestigioso Premio Costadamalfilibri 2012.
+ intermezzi teatrali e mimici a cura di Eugenio Ravo
Sabato 26 gennaio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Terza puntata. "Tutti i colori del buio. Horror, Noir, Giallo, Thriller, Poliziesco, Action” a cura di Tommaso La Selva
Giovedì 31 gennaio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
In memoria di me di Saverio Costanzo (Italia 2007, col, 105’)
  
Sabato 2 febbraio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Quarta puntata. "Mai temere il Leone. L'avventurosa storia del Western all'italiana” a cura del maestro Tonino Valerii (regista e sceneggiatore, ha diretto tra gli altri, I giorni dell’ira e Il mio nome è nessuno, aiuto regista di Sergio Leone in Per qualche dollaro in più)
Sabato 9 febbraio, Biblioteca/Mediateca, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Quinta puntata. "Eppur si muore. Viaggio ai confini tra orrore e pornografia” a cura di Tommaso La Selva
  
Giovedì 14 febbraio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
1973-2013 The Exorcist  compie 40 anni
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI. Il film
L’esorcista di William Friedkin (USA 1973, col, 122’) introdotto e commentato da Tommaso La Selva
Sabato 16 febbraio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Saper vedere il cinema. Viaggio nei GENERI DE-GENERI
Sesta puntata. “Musical, musicarelli e videoclip” a cura di Fabrizio Leone, Pino Liuzzi e Sergio Vallorani
Giovedì 21 febbraio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Corpo celeste di Alice Rohrwacher (Italia 2011, col, 98’)
Giovedì 28 febbraio, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 21.15
Inside Job  di Charles Ferguson (USA 2010, col, 104’)
Sabato 2 marzo, Biblioteca/Mediateca Comunale, ore 16.30
Finestra sul progetto “IDENTITA’ PARALLELE. Stranieri nel proprio paese? Io, il lavoro e…” in collaborazione con F For Fake, tra tentativi di crowdfunding e finanziamenti europei
Progetto interculturale ed interetnico di natura video/fotografica a cura di Marco Biancucci e Giordano Viozzi, che si prefigge di sviluppare racconti e relazioni tra le persone abitanti lungo il 43° parallelo terrestre (primo segmento Grottammare – Mostar).
Giovedì 7 marzo, Palazzo Kursaal, ore 21.15
Chi dice donna dice danno
Incontro con Cinzia Maria Rossi, autrice di “Manuale di democrazia: il dibattito femminile alla Costituente su parità, famiglia e lavoro” (Pescara, Ianieri Editore, 2009),Filomena Delli Castelli, una donna abruzzese alla Costituente repubblicana e al Parlamento italiano (Teramo, Edigrafital Editore, 2006), “Le comiche siamo noi. Donne allo sbaraglio” (Pescara, ianieri Editore, 2009) e proiezioni di sequenze tratte dal capolavoro “Bellissime” di Giovanna Gagliardo (Italia 2004-2006, col, 124’- 181’)
Interverranno Paola Petrucci (consigliera di Parità della Provincia di Ascoli Piceno) e Simona Carlini (architetto e consigliera Comune di Montalto Marche)
Giovedì 14 marzo, Palazzo Kursaal, ore 21.15
Danziamo, danziamo, altrimenti siamo perduti
Pina di Wim Wenders (Germania, Francia, Gran Bretagna 2011, col, 106’)
anticipato dalla coreografia di teatro danza BEI GESTI ÿ OMNIA Equidistanze di donna
Concetto, coreografie e regia di Antonella Ascani, con Massimo Castagnini e Alessandro Di Melchiorre e con la partecipazione degli allievi di Hopera Ballet – Istituto Formazione Danzatori
Giovedì 21 marzo, Ristorante Sabya Beach, ore 20.15
Cena degli avanzi – negli anni della crisi non si butta via nulla
+ proiezioni di brevi sequenze di cene “critiche” da Una vita difficile di Dino Risi, Lo scopone scientifico di Ettore Scola, Novecento di Bernardo Bertolucci, Tempi moderni e La febbre dell’oro di Charlie Chaplin, Il fantasma della libertà di Luis Bunuel, Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, Quarto potere di Orson Welles, Festen – festa di famiglia di Thoams Vinterberg, Il secondo tragico Fantozzi di Luciano Salce, La crisi di Coline Serreau, Mr. Bean's Holiday di  Steve Bendelack,  Machan di Uberto Pasolini, Indiana Jones e il tempio maledetto di Steven Spielberg, ecc.

Ingresso gratuito a tutte le iniziative con tessera-abbonamento F.I.C. 2012-2013
rilasciata e timbrata dalla Associazione Culturale BLOW UP al costo di € 10.

Presentazione XVIII stagione

L’associazione culturale Blow Up di Grottammare, in occasione della propria diciottesima stagione, ha in programma per l’anno sociale 2012-2013, in linea con la propria storia, con le passioni, le ricerche, i laboratori e le attività didattiche e di animazione culturale e sociale di tutti noi che vi operiamo, una serie di iniziative che intendono affrontare il complesso tema della crisi da vari punti di vista tentando contemporaneamente di risalire alle cause e di

proporre opportunità per uscirne più consapevoli e più forti di prima.

Le macerie (prime) che rimandano tristemente alle conseguenze di catastrofi naturali recenti, oltre che ai dissesti socio-culturali ed economici che stanno mettendo a rischio la tenuta del nostro sistema paese e quella degli equilibri internazionali, vorremmo si trasformassero in materie prime con cui ricostruire il nostro presente e il nostro futuro, un’opera complessa e ambiziosa che rappresenta la sfida individuale e collettiva più importante della nostra epoca.

Siamo convinti che nelle macerie dell’individualismo sfrenato, del nichilismo, del cinismo e del capitalismo consumistico sia possibile rintracciare una serie infinita di opportunità con cui immaginare, progettare, creare un mondo migliore, attraverso la partecipazione, la solidarietà, la circolazione delle idee e dei saperi, l’impegno individuale e la spinta dal basso.

Indecisi fino all’ultimo sull’immagine che avrebbe dovuto riassumere e comunicare le nostre intenzioni, alla fine, tra la pur sempre bellissima Holland House Library, attualmente associata all’iniziativa del 10 novembre, e le altre cercate e venuteci in mente, abbiamo scelto quattro fotogrammi dal finale di Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni, in cui una giovane donna, mentre sale il ginsberghiano urlo di Careful with That Axe, Eugene, lì rinominata Come In Number 51, Your Time Is Up dei Pink Floyd, immagina l’esplosione di una villa-cattedrale nel deserto, simbolo di una concezione del mondo e della vita che negli ultimi decenni ci ha condotti“nell’abisso della nostra epoca buia”, tra guerre economico-finanziarie globali(zzate) e raffinata macelleria sociale.

Un po’ come la giovane donna del film, anche noi, dopo aver immaginato, e quasi auspicato, l’esplosione della società dei consumi, dello spettacolo e della vita liquida, vorremmo voltare le spalle al passato e dirigerci verso una nuova luce partendo da un’azione beuysiana e simbolicamente forte costituita da un segno fatto a mano sulla “c”di macerie trasformandola attraverso migliaia di reiterazioni del gesto in una“t” di materie.

25 appuntamenti tra film e incontri con ospiti, 3 performance video-teatrali, 1 cena a tema, 7 incontri multimediali di natura didattica sui generi cinematografici, per un totale di 36 iniziative culturali spalmate tra metà settembre 2012 e metà marzo 2013, numerosi gli ospiti di prestigio del mondo della cultura e del sociale con cui affronteremo il tema della crisi declinandolo per materie, saperi e sensibilità, vari film-capolavori, tra cui alcuni assolutamente inediti e mai proposti nel nostro territorio, di giovedì sera e di sabato pomeriggio, a parte qualche eccezione, tra Biblioteca/Mediateca Comunale, Palazzo Kursaal e Dep Art (Piazzale Stazione), nella sempre più bella e accogliente città di Grottammare.

Una stagione che costituisce un corpo unico, al contempo articolato ed omogeneo ma godibile anche per sezioni, per temi o per singole iniziative, che non preclude certo al pubblico la possibilità di scegliere attraverso la differenziazione delle offerte culturali, pur richiamandone l’attenzione a tener presente i vari fili rossi che collegano alcune iniziative tra di esse.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti una volta effettuata la tessera F.I.C. 2012-2013 rilasciata e timbrata dall’associazione culturale Blow Up a 10 €.
Le tessere possono essere velocemente fatte all’ingresso di ogni iniziativa della stagione.

I 10 € della tessera sono di vitale importanza per la sopravvivenza dell’associazione e delle sue attività socio-culturali, nonché per la riuscita della stagione stessa e delle collaborazioni con altre realtà associative, artistiche, culturali e con gli ospiti che interverranno.

E’ sempre più difficile riuscire a fare cultura nelle modalità in cui noi di Blow Up l’intendiamo, possibilmente priva di sensazionalismi, svincolata dalle logiche dettate dalla TV, capillare nel territorio, concreta, quotidiana, che valorizzi i talenti e le potenzialità delle persone, che crei aggregazione sociale, interculturale ed interetnica e che sviluppi il senso civico e l’estetica relazionale.
Forse, prossimamente, ricorreremo al web e al crowdfounding di cui si parla tanto, ma la nostra forza è, e rimarrà, la vostra presenza fisica alle nostre iniziative, il passaparola, l’essere seguiti in rete (blog, pagina Facebook, sito), i messaggi e le richieste di collaborazione che riceviamo e che inoltriamo e che di anno in anno accrescono e migliorano i nostri contatti. Vi aspettiamo!


Nessun commento:

Posta un commento